Il segreto è prepararsi il terreno

25.03.2020

Il segreto è : prepararsi il terreno
Siamo in piena emergenza sanitaria, ma anche economica (per la maggior parte di noi).
Le p.iva sono attente nel valutare le soluzioni che permetteranno loro di avere una base da cui 𝗿𝗶𝗽𝗮𝗿𝘁𝗶𝗿𝗲 𝗱𝗼𝗺𝗮𝗻𝗶, quando tutto tornerà alla normalità.
Stiamo infatti continuando a sostenere costi che nessuno ci restituirà (se non in alcuni rari casi e parzialmente, tramite credito d'imposta) senza incassare alcunché.

E' perciò chiaro che tra 2/3 mesi il nostro bilancio periodico avrà un segno negativo davanti.
Facendo i conti con la realtà sappiamo quindi che dobbiamo correre ai ripari prima che sia troppo tardi, prima che le risorse finiscano e soprattutto per cercare di vivere questo periodo di inattività con meno ansia.
Si può valutare la possibilità di accedere al 𝗳𝗼𝗻𝗱𝗼 𝗱𝗶 𝗴𝗮𝗿𝗮𝗻𝘇𝗶𝗮 𝗽𝗲𝗿 𝗣𝗠𝗜 che a seguito del DL Cura Italia ha subito qualche modifica, tra cui :
▫ la garanzia concessa a titolo gratuito
▫ importo massimo garantito per ciascuna impresa 5 milioni di euro
▫ l'attribuzione del rating condotta esclusivamente sul modulo economico finanziario, consentendo così di ammettere al Fondo anche le imprese che registrano tensioni con il sistema finanziario in ragione della crisi connessa all'epidemia
▫ garanzia diretta con percentuale massima di copertura pari all'80% dell'ammontare di ciascuna operazione di finanziamento per un importo massimo garantito per singola impresa di 1.500.000 euro
▫ finanziamenti ammissibili a fronte di operazioni di rinegoziazione del debito del soggetto beneficiario, purché il nuovo finanziamento preveda l'erogazione al medesimo soggetto beneficiario di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 10 % dell'importo del debito residuo in essere del finanziamento oggetto di rinegoziazione
🤝 Il vantaggio è quindi quello di poter usufruire della garanzia pubblica.

Se vogliamo usare il nostro binocolo che vede lontano 👁 possiamo dire che questo potrebbe essere il momento di mettere in ordine le finanze delle nostre attività o pensare a nuovi progetti e a nuovi investimenti, che forse ieri non avremmo potuto attuare perché difficilmente le banche ci avrebbero dato credito.
𝗦𝗳𝗿𝘂𝘁𝘁𝗶𝗮𝗺𝗼 𝗶𝗹 𝗺𝗼𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗻𝗲𝗴𝗮𝘁𝗶𝘃𝗼 𝗽𝗲𝗿 𝗿𝗶𝗰𝗮𝘃𝗮𝗿𝗻𝗲 𝗾𝘂𝗮𝗹𝗰𝗼𝘀𝗮 𝗱𝗶 𝗯𝘂𝗼𝗻𝗼.
Per una consulenza gratuita non esitare a contattarci 📲


POST RECENTI